A cosa serve la carnitina: un nutriente per molte funzioni

A cosa serve la Carnitina? E’ per alcuni una parola sconosciuta. Ma forse se ti stai affacciando al mondo degli integratori hai sentito questo termine e ora ti stai chiedendosi se è:

  • una sostanza naturale
  • artificiale
  • cosa serve

L’articolo che segue tenterà di rispondere proprio a queste domande così da conoscere meglio un nutriente dalle molte funzioni.

La carnitina: tra i nutrienti dell’organismo 

Se è vero che una buona dieta deve essere accompagnata ad una regolare attività fisica è anche vero che una efficace attività fisica necessita di una buona dieta.

Sembra solo un gioco di parole, ma in realtà spesso si inizia a fare sport per dimagrire. Poi si continua a farlo per mantenere una buona forma fisica.

E alla fine ci si appassiona al punto che non ci si accontenta più di fare un po’ di sport per stare bene, ma si cercano prestazioni sempre più elevate.

Qui entra in gioco l’alimentazione. A volte allenamenti regolari non sono sufficienti per aumentare le prestazioni. C’è bisogno di integrare nutrienti di cui forse si è carenti e che aiutino i muscoli a lavorare meglio. Tra questi troviamo proprio la carnitina. Scopriamo cos’è e a cosa serve.

Che cos’è la carnitina? 

Intanto possiamo dire che è una sostanza naturale, infatti è presente nei nostri tessuti. In termini tecnici possiamo anche dire che la carnitina altro non è che un derivato amminoacidico che fa una cosa molto importante: trasporta gli acidi grassi nei mitocondri dove gli acidi grassi vengono trasformati in energia. Vuoi sapere in pratica a cosa serve quindi la carnitina?

A cosa serve la carnitina?

Il ruolo più importante che svolge questo nutriente è quello di aiutare i grassi ad essere trasformati in energia. È questa la grande utilità di una sostanza che è considerata dagli sportivi proprio l’integratore giusto per aumentare le prestazioni atletiche.

Non solo, ma aiuta il recupero muscolare dopo aver fatto attività e permette ai tessuti danneggiati di ripararsi più velocemente. Grazie alla carnitina si può mantenere l’energia a livelli alti così da poter prolungare lo sforzo fisico e aumentare la resistenza. 

Ma questa sostanza non serve solo agli sportivi. Sembrerebbe essere utile anche per la salute, in particolare a mantenere nello standard i livelli di grassi nel sangue e quindi anche il colesterolo.

Controindicazioni carnitina.

Come per ogni cosa, l’abuso è la controindicazione più grave per questa sostanza. Viene raccomandato di non superare i 1000 mg al giorno. In caso contrario tra gli effetti collaterali della carnitina sono stati riscontrati diarrea e vomito o crampi all’addome.

Perciò il parere del medico è assolutamente necessario prima di iniziare ad integrarla nel proprio organismo. Anche perché è già presente in molti alimenti che consumiamo normalmente, come mele, pomodori e altri prodotti vegetali, ma ancora di più in formaggi e carne. Quest’ultima poi consumata in eccesso può contribuire all’insorgere di malattie cardiovascolari.

Ecco allora che il cerchio si chiude e che la necessità di avere una dieta che sia varia, resta un principio guida fondamentale per una vita in salute.